Avvisi

DOMENICA 11 NOVEMBRE 2018

1) Martedì 13 novembre, dalle ore 17 ci sarà la recita del rosario intero (misteri gaudiosi, dolorosi e gloriosi) in onore della Madonna di Fatima, per invocare la pace nel mondo, nella Chiesa e nelle famiglie.

2) Giovedì 15 novembre alle ore 17,15 presso il salone del seminario ci sarà un incontro sui martiri cristiani in Algeria che presto diventeranno beati (locandina).

3) Domenica prossima, 18 novembre, si celebrerà in tutta la Chiesa la Giornata Mondiale dei Poveri.

4) Prendete visione del programma del pellegrinaggio a Lourdes organizzato dalla diocesi per il mese di febbraio. Sarebbe bello che almeno un gruppo di nostri parrocchiani partecipasse (vedi il programma)

Conosci la tua fede

DAL COMPENDIO DEL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA

IL SETTIMO COMANDAMENTO: NON RUBARE

 503. Che cosa enuncia il settimo Comandamento?

Esso enuncia la destinazione e la distribuzione universale e la proprietà privata dei beni e il rispetto delle persone, dei loro beni e dell’integrità della creazione. La Chiesa trova fondata in questo Comandamento anche la sua dottrina sociale, che comprende il retto agire nell’attività economica e nella vita sociale e politica, il diritto e il dovere del lavoro umano, la giustizia e la solidarietà tra le nazioni, l’amore per i poveri.

504. A quali condizioni esiste il diritto alla proprietà privata?

Il diritto alla proprietà privata esiste purché sia acquisita o ricevuta in modo giusto e purché resti primaria la destinazione universale dei beni alla soddisfazione delle necessità fondamentali di tutti gli uomini.

505. Qual è il fine della proprietà privata?

Il fine della proprietà privata è garantire la libertà e la dignità delle singole persone, aiutandole a soddisfare i bisogni fondamentali propri di coloro di cui si ha la responsabilità e anche di altri che vivono nella necessità.

506. Che cosa prescrive il settimo Comandamento?

Il settimo Comandamento prescrive il rispetto dei beni altrui, attraverso la pratica della giustizia e della carità, della temperanza e della solidarietà. In particolare, esige il rispetto delle promesse fatte e dei contratti stipulati; la riparazione dell’ingiustizia commessa e la restituzione del maltolto; il rispetto dell’integrità della creazione mediante l’uso prudente e moderato delle risorse minerali, vegetali e animali che sono nell’universo, con speciale attenzione verso le specie minacciate di estinzione.

 507. Quale comportamento l’uomo deve avere verso gli animali?

L’uomo deve trattare gli animali, creature di Dio, con benevolenza, evitando sia l’eccessivo amore nei loro confronti, sia il loro uso indiscriminato, soprattutto per sperimentazioni scientifiche effettuate al di fuori di limiti ragionevoli e con inutili sofferenze per gli animali stessi.

508. Che cosa proibisce il settimo Comandamento?

Il settimo Comandamento proibisce anzitutto il furto, che è l’usurpazione del bene altrui contro la ragionevole volontà del proprietario. Ciò si verifica anche nel pagare salari ingiusti; nello speculare sul valore dei beni per trarre vantaggio a danno di altri; nel contraffare assegni o fatture. Proibisce inoltre di commettere frodi fiscali o commerciali, di arrecare volontariamente un danno alle proprietà private o pubbliche, Proibisce anche l’usura, la corruzione, l’abuso privato di beni sociali, i lavori colpevolmente male eseguiti, lo sperpero.

.

Puoi aiutare la parrocchia e le sue attività caritative con un bonifico che puoi effettuare anche tramite internet:

Parrocchia: iban: IT 16 H 06085 10303 00000000 1260;

Caritas parrocchiale: iban: IT 86 Y 06085 10303 0000000 26444